RESTAURATORE DI BENI CULTURALI

 ex art. 29 D.Lgs 42/2004 e succ. modif., inserito nell'elenco pubblicato con Decreto DG-ER MIBAC n. 192 del 28.12.2018, “Elenco Diplomati Accademia di Belle Arti di Macerata”. Settori di competenza 3 - Manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; 4 - Manufatti scolpiti in legno, arredi e strutture lignee; 5 - Manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti  (Tabella di corrispondenza tra Percorsi Formativi Professionalizzanti ex D.I. 87/2009 e settori di competenza per la qualifica di “Restauratore di beni culturali” previsti dall’art. 182, c.1bis del D.Lgs. 42/2004 e smi.)

 

11.2011 – 05.2015

Frequenta il corso a ciclo unico quinquennale abilitante alla professione di “Restauratore di Beni Culturali” (articolato sul percorso formativo professionalizzante – profilo 2, allegato B del D.M. 87/09, per un totale di 300 crediti formativi) presso l’ Accademia di Belle Arti di Macerata, sede I.R.M. di Montecassiano (MC).

Il 22 maggio 2015 consegue il Diploma Accademico di Secondo Livello in Restauro abilitante alla professione DASLQ01 – Percorso Formativo Professionalizzante 2 (competenza specifica nel restauro di manufatti dipinti su supporto ligneo e tessile; manufatti scolpiti in legno; arredi e strutture lignee; manufatti in materiali sintetici lavorati, assemblati e/o dipinti) e acquisisce la qualifica di "Restauratore di Beni Culturali" ai sensi dell'art. 29 D.Lgs 42/04 e succ. modif, del D.M. 86/09, del D.M. 87/09, del D.I. 302/2010 e del D.M. 81/2011.

Il diploma è conseguito con votazione di 110/ 110 e lode e proposta per la Dignità di Pubblicazione, e superamento delle prove previste dall’art. 6 del D. M. 87/09 per l’esame finale avente valore di Esame di Stato con valutazione di “Eccellente”:

  • prova pratico-laboratoriale: “Il restauro della Madonna delle Grazie del Monastero di Santa Chiara a Fermo”;
  • prova teorico-metodologica (tesi): “Il Monastero di Santa Chiara a Fermo e i suoi dipinti. Studi critici, schedatura, analisi conservativa e restauro”.

 

11.2006 – 12.2010

Frequenta il corso di studio Triennale (180 crediti formativi) presso l’ Accademia di Belle Arti di Macerata.

Il 6 dicembre 2010 consegue il Diploma Accademico di Primo Livello in “Arti Visive e Discipline dello Spettacolo” con indirizzo “Teoria e Tecnica della conservazione dei beni culturali” (D.M. del 12/10/1998 del M.P.I. autorizzazione Miur/Afam prot. 4185 del 23/06/2005), con votazione di 110/ 110 e lode, con Tesi finale dal titolo “La chiesa di San Pietro in Penna a Fermo, studi e nuove scoperte”. Acquisizione della qualifica di "Collaboratore Restauratore di Beni Culturali", come confermato dal Decreto Direttoriale 23/03/2016 n° 38 del MIBACT, allegato 1, e inserito nell'elenco di cui all'articolo 182, comma 1-octies del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio. 

 

09.2001 – 07.2006

Frequenta l’ Istituto Statale d’Arte “U.Preziotti” di Fermo, e consegue il Diploma in Arte Applicata – sezione Disegnatori di Architettura e Arredamento con Indirizzo sperimentale dell’ordine di Istituto di Arte – Conservazione e Restauro Beni Culturali.

 

Corsi di aggiornamento e incontri tecnici

08.06.2018

Workshop: "Esperti scientifici e restauratori si incontrano: nuove generazioni di professionisti dei Beni Culturali a confronto", Roma, ISCR, via di San Michele 25. Organizzato da ANEDBC (Associazione Nazionale degli Esperti di Diagnostica e di Scienze e Tecnologieapplicate ai Beni Culturali) e da G.R.U (Gruppo Restauratori Uniti).

 

16-19.10.2017

Convegno: "Gels in the Conservation of Art", London, The Emmanuel Center.

 

22.10.2016

Convegno: "Lo stato dell'Arte" XIV edizione, L'Aquila, Accademia di Belle Arti, organizzato da IGIIC Gruppo Italiano Internazionale Institute for Conservation.

 

08.10.2015 – 10.10.2015

Corso di aggiornamento teorico-pratico (workshop): “Risarcimento di lacerazioni in dipinti su tela col metodo filo a filo – Thread-by-thread mending”, laboratorio CESMAR7, viale dei Mille 32, Reggio Emilia.

Docente: prof.ssa Petra Demuth. Organizzato da Associazione CESMAR7 (Centro per lo Studio dei Materiali per il Restauro), Verona (VR)

 

24.05.2013

Incontro tecnico: “Tavoline a bassa pressione portatili: costruzione e usi”, Villanova di Castenaso (BO). Relatore: Davide Riggiardi. Organizzato da AN.T.A.RES. srl, San Lazzaro di Savena (BO).

 

16.04.2012 – 17.04.2012          

Corso di aggiornamento: “Il rischio chimico da solventi organici nel restauro: formulazione di miscele alternative e confronto con i sistemi acquosi”, Roma, ISCR. Organizzato da Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro (ISCR), Roma.

 

04.10.2011

Workshop: “Sharing Conservation. Several approaches to the conservation of art made with different materials”, Musei Vaticani (Città del Vaticano). Approfondimento sulle metodologie di conservazione e restauro di manufatti polimaterici. Organizzato da: Musei Vaticani.

 

Stage formativi (svolti nell’ambito degli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata)

01.09.2011 – 30.09.2011

Ditta Antonella Celli Conservazione e Restauro Dipinti, Jesi (AN).

Lavoro svolto: ritocco pittorico su un dipinto ad olio su tela del XVI-XVII sec., proveniente dalla Chiesa Collegiata di Sirolo (AN). Consolidamento degli strati pittorici e foderatura di un dipinto ad olio su tela, risalente al 1728, opera del pittore Valeri, proveniente dal Museo Diocesano di Jesi (AN).

 

01.09.2009 – 30.09.2009

Ditta Mauro Masci Conservazione e Restauro, Passignano sul Trasimeno (PG).

Lavoro svolto: rimozione di ridipinture e consolidamento di un altare in stucco dipinto del XVII sec., Chiesa di Santa Maria della Carraia, loc. La Carraia, Castiglione del Lago (PG); rimozione di scialbature, consolidamento e stuccatura di un intonaco con tracce di policromia del XVI secolo, in una stanza del palazzo della Corgna, Castiglione del Lago (PG); stuccatura e ritocco pittorico di un dipinto ad olio su tela del XIX sec.

 

01.09.2008 – 30.09.2008

Ditta Antonella Celli Conservazione e Restauro Dipinti, Jesi (AN).

Lavoro svolto: ritocco pittorico di due dipinti ad olio su tela dei secoli XVII-XVIII, provenienti dal Museo Civico di Genga (AN). Ritocco pittorico di un affresco strappato del XVII sec. Pulitura e ritocco pittorico di una serie di dipinti a tempera su tela della fine del XIX sec., provenienti dal Duomo di Jesi (AN) conservati presso il Museo Diocesano di Jesi.

 

01.11.2007 – 30.11.2007

Ditta Arca s.r.l., Limena (PD).

Lavoro svolto: restauro della decorazione a “marmorino” colorato e stucco, risalente al XVIII sec., di un locale di palazzo Sandi, Venezia.

 

Interventi a convegni e incontri tecnici

08.06.2018

Relatore dell'intervento: La Quadratura del cerchio: un bilancio tra spese e conoscenza all'interno del workshop: "Esperti scientifici e restauratori si incontrano: nuove generazioni di professionisti dei Beni Culturali a confronto", Roma, ISCR, via di San Michele 25. Organizzato da ANEDBC (Associazione Nazionale degli Esperti di Diagnostica e di Scienze e Tecnologieapplicate ai Beni Culturali) e da G.R.U (Gruppo Restauratori Uniti).

 

17.10.2017

Presentazione del poster Using rigid gellan gel for the stratigraphic cleaning of a canvas painting all'interno della conferenza "Gels in the Conservation of Art", London, 16-18 ottobre 2017, The Emmanuel Center.

 

28.01.2017

Relatore alla conferenza "La storia «segreta» del Monastero di Santa Chiara a Fermo", introduzione del prof. Giuseppe Capriotti (Università di Macerata), Fermo 28 gennaio 2017, coro del monastero di Santa Chiara.

 

25.06.2016

Relatore della conferenza "La chiesa di San Pietro in Penna e le vicende urbanistiche del settore ovest di Fermo. Documenti, storia, evoluzione: il punto delle ricerche e spunti per futuri sviluppi", Fermo 25 giugno 2016, BUC Machinery, via dell'Università 16. Conferenza organizzata dall'Archeoclub d'Italia sede di Fermo con il patrocinio del Comune di Fermo.

25.02.2016

Relatore dell’intervento Il Monastero di Santa Chiara a Fermo e i suoi dipinti. Studi critici, schedatura, analisi conservativa e restauro, all’interno della sessione poster nel convegno “I GIOVANI E IL RESTAURO. L’ARTE NEL TEMPO: SIGNIFICATO, TRASFORMAZIONE E CONSERVAZIONE”, prima edizione 2016, Roma, 24-26 febbraio 2016, sala convegni del Museo Nazionale Romano di palazzo Massimo. Evento promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma con l’associazione Lumen onlus.

                                                                                                                      


20.10.2015

Relatore alla conferenza "Alla scoperta della chiesa fermana di San Pietro", Fermo, sala conferenze della Camera di Commercio di Fermo. Incontro organizzato dal gruppo FAI Giovani di Fermo con il patrocinio del Comune di Fermo. Conferenza accreditata presso l'Ordine degli Architetti per il riconoscimento di 2 CF.

28.06.2014

Relatore dell'incontro "Contrada Castello e la chiesa di San Pietro in Penna", Fermo, sede contrada Castello.

 

05.04.2014

Presentazione della pubblicazione monografica La chiesa di San Pietro a Fermo e il polittico disperso, A. Livi editore 2013; con introduzione del prof. Nunzio Giustozzi. Fermo, Corso Cefalonia 38, libreria Ubik.

 

28.03.2014

Presentazione (nell’ambito degli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata) dell’intervento tecnico: “Tensionamento elastico ed adeguamento strutturale di un dipinto su tela del sec. XV”, presso lo stand che ha visto riunite le Accademie accreditate presso il XXI Salone del Restauro di Ferrara (Ferrara, 26-29 marzo 2014).

 

07.09.2014

Partecipazione come accompagnatore e guida all'evento "Passi...nell'Arte - urban nordic walking", Fermo, centro storico.

 

19.07.2013

Giuda-relatore in occasione dell'evento "Tipicità Estate. Frutti d'autore in Piazzetta", Fermo, Giardini di San Zenone - zona Campoleggio.

 

Riconoscimenti e premi

Candidato ammesso nella Sessione poster – Restauratori al convegno  “I GIOVANI E IL RESTAURO. L’ARTE NEL TEMPO: SIGNIFICATO, TRASFORMAZIONE E CONSERVAZIONE”, prima edizione 2016, Roma, 24-26 febbraio 2016, sala convegni del Museo Nazionale Romano di palazzo Massimo. Evento promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area Archeologica di Roma con l’associazione Lumen onlus.

 

Vincitore del 2° premio del concorso “Premi Claudio Abbado” (istituito dal MIUR con Decreto Direttoriale 30 gennaio 2015 n. 258) , per il sotto-settore Arti Visive, sezione Restauro, con l’elaborato dal titolo: “I dipinti del Monastero di Santa Chiara a Fermo. Studi critici, schedatura e analisi conservativa delle opere. Il restauro della Madonna delle Grazie”.

 

Associazioni di appartenenza

  • Membro del Gruppo Restauratori Uniti (GRU)

 

Back to Top